Come comprare il cannabidiolo: in negozio, online, con che formulazione, di che qualità

Ne senti da tempo vantare le proprietà benefiche per il corpo e per la mente e ti stai chiedendo ora come comprare il cannabidiolo? Questa (breve) guida è quello che fa al caso tuo: dentro ci trovi, infatti, una serie di indicazioni utili su dove trovare il CBD in diverse formulazioni, qual è quella più adatta alle tue esigenze, a che caratteristiche del prodotto fare attenzione, qual è il prezzo giusto per un prodotto a base di CBD di qualità e via di questo passo.

Guida per principianti a come comprare il cannabidiolo e usarlo correttamente

Partiamo dal chiarire uno dei dubbi e dei falsi miti più comuni sul cannabidiolo: non è una sostanza allucinogena, né una droga leggera e la sua vendita è perfettamente legale in Italia. Questo cannabinoide è estratto, infatti, dalla Cannabis Sativa e ha percentuali di THC al di sotto della soglia dello 0.2%, considerata limite nel nostro Paese per la Cannabis light o Cannabis legale. La risposta alla domanda come comprare il cannabidiolo, insomma, è semplice: puoi recarti in un negozio specializzato come ce ne sono ormai in tutte le città e approfittare dell’expertise di chi ci lavora per chiedere consigli riguardo a usi e proprietà benefiche; in alternativa ci sono molti brand che vendono online e puoi comprare in store digitali come www.enecta.it per approfittare di una più ampia varietà di scelta, tutta la comodità di ricevere i tuoi prodotti a base di cannabidiolo direttamente a casa e, non di rado, di promozioni e offerte speciali per chi acquista in Rete.

Vale la pena, infatti, fare almeno accenno subito alla questione prezzo dei prodotti a base di cannabidiolo. Considerato il gran numero di aziende che si fanno concorrenza, olio di CBD, capsule di CBD e altri prodotti simili hanno ormai un prezzo davvero competitivo e che è in tutto e per tutto paragonabile a quello di altri integratori alimentari. Tieni conto, però, che il range può variare – e anche in misura considerevole – a seconda della concentrazione del prodotto (in commercio ci sono, per esempio, oli di cannabidiolo al 3% e oli di cannabidiolo con concentrazione superiore invece al 20%) e della sua qualità. Soprattutto se intendi farne un uso continuativo e terapeutico, perciò, dovresti optare per degli oli di CBD di buona fattura: sono più sicuri, abbatti il rischio di controindicazioni e reazioni allergiche e aumenti la probabilità che siano efficaci.

Quando stai valutando come comprare il cannabidiolo, comunque, i tuoi dubbi potrebbero concentrarsi soprattutto sulla formulazione più adatta. Come già accennato, infatti, oggi si trovano facilmente in commercio olio di cannabidiolo, capsule di cannabidiolo, sali di cannabidiolo ma, anche, liquido per sigarette elettroniche a base di CBD per esempio. Va da sé che la differenza tra un prodotto e l’altro sta soprattutto nell’uso che se ne riesce a fare: l’olio di cannabidiolo, infatti, può essere utilizzato per esempio anche in cucina o per uso topico, aggiunto a creme e detergenti quando si voglia approfittare delle sue proprietà dermatologiche, mentre il CBD in sali o cristalli deve essere sciolto, qualche volta anche semplicemente sotto la lingua. Anche l’efficacia del cannabidiolo nel trattare un disturbo o l’altro varia, però, a seconda della formula scelta: gli e-liquid al CBD hanno, infatti, un uso per lo più ricreativo, mentre l’olio di CBD può essere utilizzato anche nel trattamento di traumi per il suo potere antidolorifico