Chi non ha mai usato almeno una volta la gomma pane quando ancora frequentava la scuola? Questa particolare gomma per cancellare è infatti senza ombra di dubbio la più indicata quando si lavora seguendo una certa tecnica di disegno. Ma come si può usare? In più, molte mamme moderne si chiedono se effettivamente questo tipo di gomma sia sicura o se sia tossica per i propri bambini, e soprattutto se si può fare in casa. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla gomma pane.

Che cos’è la gomma pane?

Come ben sappiamo, la gomma pane è una gomma per cancellare molto particolare. Al tatto risulta molto più morbida, di un materiale dalla consistenza plasmabile che ricorda una gomma da masticare. La sua composizione può variare. Ne esistono alcune a base sintetica, derivate da oli di origine vegetale (come quello di colza), pomice, biossido di titanio e isobutene. Altre, invece, più naturali, sono costituite da caucciù. Quest’ultimo tipo di gomma pane è quella più indicata per i bambini più piccoli, con i quali il rischio è che abbiano l’istinto di mettere in bocca ciò che toccano.

Grazie alla composizione, in ogni caso, la gomma pane è in grado di adsorbire le particelle di grafite (materiale che compone la mina delle matite) e carboncino, fissando quindi le molecole presenti sulla superficie del foglio e sollevandole.

Come si usa la gomma pane?

Il principale utilizzo della gomma pane lo troviamo appunto in ambito artistico. Grazie alla loro particolare consistenza modellabile è infatti dare alla gomma la forma voluta e renderla più adatta per cancellare con precisione. Inoltre, grazie al suo particolare impatto a livello molecolare con le particelle di grafite, è spesso impiegata per ottenere l’effetto del chiaroscuro nei disegni a carboncino. Questo tipo di gomma però tende a scaldarsi a contatto con la pelle e ciò la rende inadatta all’uso su superfici più ampie.

In ambito domestico, invece, la gomma pane si usa per cancellare disegni a matita su pareti, carta da parati e mobili. Si rivela formidabile anche per pulire quegli aloni che spesso si formano sugli interruttori con l’utilizzo frequente.

Infine, la gomma pane sulle scarpe da ginnastica, quelle con la tipica parte in gomma bianca, è in grado di farle tornare come nuove.

Benché le gomme pane non si consumino, comunque dopo un certo numero di utilizzi si può notare che anziché cancellare, la gomma inizia a lasciare dei segni sul foglio. Questo è il segnale che vi permette di comprendere che la vostra gommapane non è più in grado di adsorbire la grafite e che quindi non può più essere utilizzata.

Gommapane fatta in casa

È possibile fare la gomma pane in casa? Certo che sì! Avrete bisogno solo della mollica del pane e dell’olio di semi. Non dovrete fare altro che lavorare la mollica del pane aggiungendo poco olio alla volta (massimo qualche goccia) per favorire l’unione dei pezzettini di pane finché non ottenete la consistenza tipica di queste gomme.

Di Grey