Fare i conti con la fine di un amore non è mai semplice. Nel migliore dei casi, si tratta di un processo doloroso che ci porta inevitabilmente a fare i conti con sé stessi. Ma qual è il modo migliore per reagire a un amore finito? Cosa si può fare per affrontare nel modo migliore possibile il periodo immediatamente successivo a una rottura? Si può tornare insieme dopo essersi lasciati? Ecco qualche consiglio utile e delle curiosità che non sapevate!

Amore finito: come capirlo

Ogni relazione è unica e inimitabile. Alcuni aspetti, però, sono universali e ci aiutano a capire quando un amore sta finendo. Si tratta di una serie di veri e propri sintomi di un amore finito, tra cui troviamo per esempio viene a mancare la voglia di stare insieme e di fare attività di coppia o quando i problemi della coppia sembrano non trovare una soluzione. Spesso ci si accorge che qualcosa non va quando manca la passione e il desiderio, elementi che possono portare a interessarsi ad altre persone.

Come superare un amore finito

Gli esperti hanno stilato una serie di consigli utili da tenere bene a mente che possono aiutarvi a superare la fine di un amore:

  1. Sfogarsi con gli amici e accettare punti di vista diversi
  2. Concederci del tempo per elaborare il dolore
  3. Dedicarsi del tempo per riposarsi mentalmente ed emotivamente
  4. Avere pazienza verso se stessi per ritrovare il proprio equilibrio e una nuova routine
  5. Fare quel cambiamento che desideravamo da tempo
  6. Non controllare in modo ossessivo i social in cerca di “conferme”
  7. Una volta superata la rabbia, riflettere a mente fredda sulle nostre responsabilità e su come migliorare in futuro
  8. Fare una lista dei pro e dei contro della relazione per capire cosa vogliamo dalle nostre prossime relazioni

Ad ogni modo, quando si parla di amore finito, le statistiche ci indicano che le donne affrontano una fase più dolorosa nel primo periodo dopo la rottura, sfogando tutta la loro rabbia e la loro frustrazione. Gli uomini, al contrario, impiegano più tempo per rendersi conto di quanto accaduto, ma quando elaborano il dolore questo si può rivelare più devastante del previsto, portando a stati depressivi e stress.

Un amore finito può rinascere?

Questa è una domanda che si pongono in molti, ma non sempre porta alle risposte sperate. Molto dipende dalle cause per cui l’amore è finito in primo luogo. Una sorta di strategia spesso consigliata per “tastare il terreno” prima che la separazione sia definitiva è quello di mettersi in gioco e confrontarsi con contesti nuovi. Spesso il primo campanello d’allarme nella fine di un amore è il costante ripetersi delle solite routine. Provate a progettare una sorpresa, a partire per un viaggio che non avreste mai fatto, a cimentarvi in una nuova attività insieme.

Se invece la storia è già finita, a volte è meglio lasciare che le acque si calmino e che la mancanza dell’altro si faccia sentire. Se dopo qualche mese i vostri sentimenti sembrano immutati, allora vale la pena fare un tentativo di riconciliazione, mostrandosi ricettivi, comprensivi e soprattutto ascoltando e accettando le motivazione dell’altro, anche se non significa necessariamente condividerle.

Amore finito: canzoni da dedicare e dedicarsi

Per concludere, ecco alcune canzoni su un amore finito da ascoltare fino allo sfinimento per sviscerare il vostro lato emotivo:

  • Subsonica – Abitudine
  • Alex Baroni – Cambiare
  • Michele Zarrillo – Cinque giorni
  • Kelly Clarkson – Cry
  • Gianluca Grignni – La mia storia tra le dita
  • Gatto Panceri – Mia

Di Grey