I legni più usati per la realizzazione delle bare in legno

Quando una persona cara vien a mancare, ci si rivolge alle onoranze funebri Monza per organizzare tutto il funerale, tra i servizi inclusi c’è ovviamente la fornitura della cassa in legno. Si tratta di un cofano che può essere realizzato con diversi legnami, come vedremo nel dettaglio di seguito.

Il mogano: il più costoso

È ovvio che come per i mobili, esistono diverse essenze di legno tra cui scegliere e alcune valgono di più di altre. Il più pregiato e di qualità superiore è di certo il mogano che è considerato come il migliore in assoluto. Ha un colore scuro e rossiccio, venature ampie e regolati con sfumature che tendono quasi al nero. È un legno tra i più duri e quindi conferisce la massima resistenza alla cassa. Il cofano in mogano costa anche di più degli altri.

Il pino: chiaro e con tanti nodi

Un’alterativa che piace a molti per la cassa fornita dalle onoranze funebri Monza è il pino. È un legno dal colore chiaro che presenta molti nodi marroni – nocciola. È un legname medio pesante che è piuttosto resistente. Se si opta per il pino nero, al cassa sarà ancora più resistente e pregata. Spesso il pino si usa per le casse in legno provvisorie che finiscono nel forno crematorio quando la famiglia opta per la cremazione invece delle classiche inumazione.

L’abete: meglio quello rosso

Tra i tanti legni di abete che ci sono, si sua quello rossi per realizzare i feretri perché ha una resistenza maggiore ed è anche più facile da tagliare.

Il ciliegio: la scelta più comune

Va però detto che tra tutti i legami citati ce n’è uno che è spesso più scelto per la cassa dove riporre la salma. SI tratta del ciliegio che è molto duro, resistente e anche di facile lavorazione. Il legno di ciliegio ha un colore rossastro molto tipico, poche venture che sono ampie, dritte e regolari. La cassa in ciliegio è molto bella e il suo colore conferisce calore, forse per questo è preferito tra gli altri.