Come liberare gli scarichi otturati? 3 sistemi infallibili

Il classico sturalavandino

Il primo sistema che durante un intervento idraulico Milano viene usato per sturare i lavandini è il classico stura lavandini, uno strumento indispensabile se voi avete ancora un vecchio impianto con le tubature in metallo che non hanno l’auto spurgo e perciò sono spesso soggette a problemi come le ostruzioni. Si tratta di una ventosa che va messa sullo scarico, tappando con la mano il foro di sicurezza nel caso che l’acqua nel lavandino raggiunga un livello troppo alto. La ventosa manda sotto vuoto la tubatura e si riesce a far risalire tutto lo sporco incastrato nel tubo cosicché l’acqua torni a defluire via in maniera appropriata.

Il filo di ferro

Un altro sistema che si usa durante un pronto intervento idraulico Milano è il filo di ferro che viene piegato a mo’ di un uncino. Il ferro viene calato nel tubo per andare a prendere lo sporco incastrato e far tornare la situazione alla normalità. Per chi non ha il filo di ferro, si può sempre utilizzare una gruccia della lavanderia che va smontata con massima attenzione aiutandosi con una pinza. La gruccia poi viene sagomata nella maniera desiderata per andare a togliere il groviglio di capelli, residui e sporcizia nel lavandino.

L’aceto e il sale

Infine, esiste anche che un altro sistema per liberare i tubi ostruititi di casa che non richiede nemmeno l’intervento idraulico Milano. Si può infatti provare questo metodo prima di chiamare la ditta idraulica di fiducia. Nello scarico si deve buttare del sale grosso da cucina, quello che si usa per salare l’acqua della pasta, e poi versare anche dell’aceto di vino rosso, quello che si usa normalmente per condire gli alimenti. La reazione chimica che si attiva ha il potere di scogliere lo sporco incastrato. Per un risultato ancora migliore sarebbe meglio non aprire il rubinetto per tutta la notte in modo da lasciare il tempo alla mistura per agire al meglio.